SALUTE E BENESSERE

CIPRESSO

28 Mag , 2016  

Il profumo del cipresso colpisce aspetti profondi dell’esistenza.

È intenso e poco gradito per chi preferisce l’aspetto superficiale delle cose e per chi si focalizza sul piacere dei bisogni materiali, di potere e di immagine. L’intensità dell’aroma del cipresso, invece, può recare evoluzione e trasformazione interiore per chi ha paura di confrontarsi con un eventuale fallimento, sconfitta e solitudine.

L’uso dell’olio essenziale potrà favorire maggiore consapevolezza e aprire energie profonde e geniali della psiche.

Nella mitologia greca, veniva definito “albero della vita” per la sua longevità. Albero considerato impenetrabile. Con la sua corteccia si intagliavano le frecce di Eros o lo scettro di Zeus.

I Romani lo consideravano “albero degli inferi” perché la resina e le foglie sempreverdi, evocavano l’immortalità e la resurrezione.

In Oriente, ma accade ancora oggi, evocava il simbolo della fertilità, per il suo aspetto fallico.

Era ed è l’albero del silenzio, del raccoglimento, della tensione spirituale. Non a caso, lo si ritrova presso i cimiteri e chiostri, ma la rigorosa eleganza si può ammirare nelle terre toscane che infondono tranquillità, pace, serenità e tanta forza.

Il cipresso è un albero che parla di eternità e ha un potere profondo di purificazione. Attraverso il suo profumo si abbandonano le apparenze e tutto ciò che è fittizio, per tornare a ciò che è essenziale.

Proprietà e Impieghi dell’olio essenziale

Albero sempreverde, raggiunge i 25 metri di altezza, con una chioma stretta che termina a punta. I fiori sono piccoli coni tondeggianti, definiti “coccole”. L’olio essenziale di cipresso si ricava dai rametti e dai coni. Il suo profumo è balsamico e resinoso, ricorda quasi quello del pino, ma è più legnoso.

Le proprietà : equilibrante nervoso, insettorepellente, antinfiammatorio, cicatrizzante, emostatico, decongestionante.

Le indicazioni : tensione nervosa, stress, bronchite, tosse, influenza, cellulite, edemi, mestruazioni abbondanti, disturbi della menopausa.

Non è indicato in gravidanza, per chi soffre di epilessia e per le donne con mastopatia fibrocistica.

Circolazione venosa

L’olio essenziale di cipresso è tonificante per la circolazione venosa. Può essere aggiunto (2 gocce) a un olio vegetale per un massaggio drenante alle gambe. Il movimento da eseguire con le mani deve essere dal basso verso l’alto, dalle dita del piede e per tutta la lunghezza delle gambe. Questo tipo di massaggio sarà anche un beneficio per emorroidi, disturbi circolatori per la menopausa, mestruazioni dolorose e abbondanti.

Alte vie respiratorie

L’olio essenziale di cipresso, miscelato (2 gocce) con olio alle mandorle dolci, si può utilizzare per ungere il petto e quindi liberare le prime vie respiratorie. Diluito (2 gocce) in acqua e diffuso nell’ambiente con specifici diffusori o con i classici brucia essenze, è utile in caso di tosse spasmodica.

Azione profonda

Sempre diffuso nell’ambiente, con appositi diffusori, svolge la sua azione più profonda che è quella calmante e stabilizzante in presenza di agitazione o sensazione di confusione. Rafforza e libera energia interiore eliminando perplessità e dubbi sulla vita. Offre maggiore chiarezza e serenità nel prendere decisioni, ovvero aiuta a prendere coscienza dei bisogni essenziali. Dona forza e conforta in momenti di dolore. È l’olio che “interiorizza”, sposta l’attenzione dal fuori al dentro di sè.



, ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *