SALUTE E BENESSERE

Assenzio. Un piccolo aiuto per l’inappetenza

28 Mar , 2017  

L’assenzio è composto da foglie basali e dalle sommità fiorite essiccate, intere o tagliate di Artemisia absinthium. Contiene lattoni che conferiscono un gusto amaro. Viene consigliato per inappetenza, ad esempio dopo malattie influenzali.

 

Si assume sotto forma di decotto o infuso, 1 g  fino a 2 volte al giorno e mezz’ora o un’ora prima dei pasti, darà un po’ di energia al corpo dopo una lunga convalescenza. Se si soffre di cattiva digestione (dispepsia), assumere dopo i pasti.

 

 

Non deve essere assunto per lunghi periodi, 1 settimana al massimo. L’uso prolungato o un sovradosaggio, secondo alcuni studi, può indurre una repulsione dei preparati di assenzio con vomito, grave diarrea, ma anche perdita dei sensi e convulsioni. La causa è il tuione, olio essenziale presente nell’assenzio con effetti tossici. Quindi piccole dosi e brevi periodi!

Gli effetti dell’assenzio sono ampi: digestivi ed epatoprotettivi con aumento della secrezione della bile e delle secrezioni gastrointestinali.

Non usare in gravidanza o allattamento.


Aiuta a depurare bene il tuo organismo. Basta fare dei cicli periodici con i prodotti giusti. Leggi il mio e-book NaturalGo Vol. I


Condividi sul tuo social preferito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *