SALUTE E BENESSERE

Piantaggine. Non solo in Erboristeria.

18 Mar , 2017  

Chissà quante volte, durante una rilassante passeggiata in campagna, avrai visto e calpestato, forse raccolto, questa pianta. Si può trovare tutto l’anno, è un’erba spontanea e si può raccogliere e usare nelle pietanze quotidiane.

La piantaggine foglie è composta dalle foglie essiccate di Plantago lanceolata. Contiene acido acteoside e trova indicazioni per catarro delle vie respiratorie e infiammazioni lievi e temporanee della mucosa orofaringea. Si possono usare le foglie e le sommità.

La piantaggine ha effetti antinfiammatori, antibatterici, spasmolitici e immunostimolanti. Dati scientifici hanno dimostrato che l’estratto acquoso inibisce il proliferarsi di alcuni microrganismi virali come: Salmonella e Staphylococcus aureus. Ma l’aspetto interessante è fornito da uno studio su circa 600 pazienti con disturbi respiratoti acuti come bronchite e tosse secca. Questi pazienti sono stati trattati con uno sciroppo di piantaggine sommità per 10 giorni ed i sintomi si sono attenuati in modo significativo. Rispetto ai sintomi iniziali, la tosse è diminuita di frequenza e intensità, come anche il dolore al torace associato alla tosse e un miglioramento dell’espettorazione.

Non assumere in gravidanza o allattamento.


Se desideri imparare a raccogliere le erbe spontanee, segui Maria Sonia Baldoni, la sibilla delle erbe. Ho vissuto giornate interessanti e stimolanti in sua compagnia. Maria Sonia gira tutta l’Italia ed ha creato un circuito “La casa delle erbe” per chi ha la fortuna di vivere in campagna ed essere circondato da un terreno che regala erbe spontanee commestibili e curative. Clicca questo link per informazioni Casa delle erbe


Condividi sul tuo social preferito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *