SALUTE E BENESSERE

Mandorlo. La natura si risveglia

30 Gen , 2018  

Si avvicina la primavera ed il mandorlo è il primo albero che fiorisce. Annuncia la primavera e il risveglio della natura!

Il mandorlo è un albero che può arrivare fino a 10 metri di altezza. Ha un fusto legnoso e tortuoso. I fiori, generalmente, sono solitari o al massimo si presentano in coppia dal colore bianco/rosato e compaiono proprio nel mese di febbraio e marzo. I frutti sono di forma ovale con buccia colore verde, pelosa, e nocciolo contenente 1 seme: la mandorla.

È originario della Cina, ma attualmente largamente coltivato in tutta la zona  mediterranea. La buccia dei frutti comincia ad aprirsi verso Agosto e Settembre, mesi in cui comincia la raccolta. I semi possono essere consumati tostati o crudi ed esistono nella versione dolce e amara, ma solo quelli dolci sono commestibili.

La leggenda di Fillide 

Molte sono le leggende ispirate da questa stupenda pianta. Fillide, mito greco, disperata per essere stata abbandonata da Demofonte, partito dalla guerra, si diede la morte e fu trasformata in una pianta di mandorlo che, però, non aveva foglie. Così, l’infedele, spinto dai rimorsi, abbracciò l’albero in lacrime che si ricoprì di foglie e fiori.

In Cucina

Le mandorle sono spesso usate per cucinare dolci, pasticcini, torroni, ma trovano anche largo impego anche per piatti salati, in particolare a base di pesce o carne bianca. Ti lascio una gustosa ricetta per uno stuzzicante primo piatto.

Tagliatelle alle mandorle

  • Tagliatelle verdi 300g
  • Mandorle tostate 40g
  • Burro 80g
  • Pangrattato 2 cucchiai
  • Sale e pepe q.b.

Tritare grossolanamente le mandorle. Sciogliere il burro e unire il pangrattato.  Insaporire con sale e pepe. Cuocere le Tagliatelle e saltare in padella col composto. Impiattare decorando con il trito di mandorle.

Proprietà 

Ricche di Vitamina B, Sali minerali, fibre molto utili per il benessere delle flora batterica intestinale e per il regolare funzionamento del colon. Le mandorle non contengono lattosio e glutine e per questo sono utili per varie diete.


Condividi sul tuo social preferito 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *