SALUTE E BENESSERE

Leycesteria formosa. Rosso come passione e desiderio

24 Ago , 2020  

Leycesteria o Leycestra Formosa cresce nelle valli dell’Himalaya vicino ai corsi d’acqua. I suoi fiori sono di colore rosso fucsia e si presentano penduli.

La segnatura del fiore pendulo denota un soggetto che ha perso la propria energia vitale, la voglia di fare, la gioia di vivere o che rimanda sempre. Sembra non avere più interesse. Nel primo Chakra viene custodita la passione, troviamo gli stimoli e il desiderio d’amare. Non a caso, Leycesteria è anche utile per chi perde la libido sessuale (sia uomo che donna).

Primo Chakra Muladhara

Colore Rosso, situato alla base della colonna vertebrale. Trova correlazione con il plesso coccigeo, parte inferiore e posteriore del bacino, i glutei e gli arti inferiori, i piedi. Il rosso è il colore del sangue, ovvero della passione e della vita fisica. Stimola la vitalità, la salute, il coraggio e l’istinto. Muladhara significa anche radice quindi avere un punto solido cui trattenere il proprio agire.

Effetti di Leycesteria

Abitua ad assecondare i ritmi della vita per riprendere per gradi la volontà di agire. Lenisce la stanchezza e l’apatia, potenzia l’aspetto sessuale.

Associazione con i Fiori di Bach

Si consiglia di associarlo a Olive, Wild Rose, Honeysuckle, Hornbeam, Centaury, Agrimony, Clematis. Questi fiori di Bach rappresentano la possibilità di vivere il presente senza avere stretti legami con il lavoro, apatia, il passato, la testa fra le nuvole e tutte quelle incertezze che allontanano dal proprio Sè.

Come riattivare il Primo Chakra

Prediligere alimenti di colore rosso, energizzare e portare con Sè un cristallo come il Rubino, corallo rosso, granato, diaspro, onice nero, ossidiana. Dato che è situato nel perineo, tra ano e genitali, è utile eseguire una buona ginnastica pelvica che descrivo anche nel mio libro: AUTO TRATTAMENTI OLISTICI

Molto efficace può essere un trattamento sonoro con le campane tibetane eseguito da un operatore olistico, oppure acquistare una campana tibetana ed eseguire l’esercizio che spiego nel mio libro.

Importante

Ovviamente, i sintomi descritti non rappresentano un’auto analisi, solo un Naturopata, o un Operatore Olistico, può valutare se il Primo Chakra è in disequilibrio. Non assumere in modo autonomo! I Fiori Himalayani, pur non avendo controindicazioni, potrebbero portare leggeri scompensi come nervosismo o irritabilità . I Fiori di Bach, diversamente, non hanno alcun effetto perchè, quel determinato fiore non serve in quel preciso momento della vita. Ovvero fluisce liberamente senza alcuna conseguenza nella nostra mente che, evidentemente, per quel fiore, è già in equilibrio.

Hai bisogno di una consulenza con i Fiori di Bach oppure vorresti consigliarla ad una tua amicizia?

Scrivimi e inizieremo insieme un percorso floreale colmo di energia e luce ⇒ CONSULENZA


Condividi sul tuo social preferito

, ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *