SALUTE E BENESSERE

Erisimum Melicentae. Arancione come Gioia e Fantasia

25 Ago , 2020  

Erisimum Melicentae, secondo fiore Himalayano di colore arancione intenso. Si innalza verso il sole come a cercare l’energia giusta per evolversi e crescere forte e fiero.

Secondo Chakra Svadhishtana

Dal colore arancione, situato sopra e dietro gli organi genitali, area sotto ombelicale, trova correlazione con le ghiandole linfatiche, ovvero tutti i fluidi del corpo. L’arancione è il colore della comunicazione, della gioia e della saggezza, della creatività e della fantasia. Stimola l’entusiasmo e trasmette serenità e ottimismo. Quindi crescita ed espansione.

Il soggetto Erisimum si trova in uno stato di apatia, cattivo umore, difficoltà a relazionarsi o affrontare le novità della vita e quindi ad abbandonare il vecchio ed il passato. Ci si trova nello spaccato tra mondo interiore ed esteriore, senza stimoli ed emozioni.

Effetti Erisimum Melicentae

L’assunzione del fiore aiuta a fluire, a ritrovare l’energia smarrita e l’armonia per accedere al meglio nel presente e nel futuro, liberandosi dal peso di eventi passati.

Associazione con i Fiori di Bach

Si consiglia di associarlo a Star of Bethlehem, Swith Chestnut, Heather, Rock Rose, Cherry Plum, Aspen, Gorse, Larch, Cerato. Questi fiori di Bach rappresentano la possibilità di aumentare o sviluppare la propria autostima senza paura e panico e senza gettare la spugna, superando traumi passati, e tutte quelle incertezze che allontanano dal proprio Sè.

Come riattivare il Secondo Chakra

Prediligere alimenti di colore arancione, energizzare e portare con Sè un cristallo come ambra, citrino, topazio, opale. Abituarsi ad essere aperti alla creatività quotidiana, mantenere una vita sessuale sana, rispettare il corpo entrando in sintonia con le emozioni senza allontanarle. Anche per il secondo Chakra è utile eseguire una buona ginnastica pelvica che descrivo anche nel mio libro: AUTO TRATTAMENTI OLISTICI

Molto efficace può essere un trattamento sonoro con le campane tibetane eseguito da un operatore olistico, oppure acquistare una campana tibetana ed eseguire l’esercizio che spiego nel mio libro.

Importante

Ovviamente, i sintomi descritti non rappresentano un’auto analisi, solo un Naturopata, o un Operatore Olistico, può valutare se il Secondo Chakra è in disequilibrio. Non assumere in modo autonomo! I Fiori Himalayani, pur non avendo controindicazioni, potrebbero portare leggeri scompensi come nervosismo o irritabilità . I Fiori di Bach, diversamente, non hanno alcun effetto perchè, quel determinato fiore non serve in quel preciso momento della vita. Ovvero fluisce liberamente senza alcuna conseguenza nella nostra mente che, evidentemente, per quel fiore, è già in equilibrio.

Hai bisogno di una consulenza con i Fiori di Bach oppure vorresti consigliarla ad una tua amicizia?

Scrivimi e inizieremo insieme un percorso floreale colmo di energia e luce ⇒ CONSULENZA


Condividi sul tuo social preferito

, ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *