SALUTE E BENESSERE

Carciofo. Le foglie che depurano il corpo.

13 Mar , 2017  

In fitoterapia il carciofo foglie è composto da foglie basali essiccate di Cynaria scolymus, ma già sappiamo che può essere utilizzato anche fresco. Le indicazioni terapeutiche trattano i disturbi digestivi: mal di stomaco, nausea, vomito, sensazione di sazietà, flatulenza, ma l’azione più interessante è senza dubbio sui disturbi epatobiliari. Non a caso è uno dei capostipiti per depurare bene il fegato. La Farmacopea consiglia posologie e somministrazioni per tutti, dai bambini al di sopra dei 4 anni, adulti e anziani. Non deve essere somministrato a donne in gravidanza o allattamento.

Il carciofo contiene acidi caffeoilchinici e flavonoidi che conferiscono proprietà coleretiche (stimolazione della secrezione biliare), epatoprotettive, antiossidanti, ipocolesterolemizzanti (abbassa i livelli di colesterolo) e ipolipemizzanti (regolatore del metabolismo e della sintesi lipidica). In riferimento alla  sintesi lipidica, il risultato finale, dopo l’assunzione del carciofo, è dato dalla diminuzione dei livelli ematici dei lipidi. I lipidi importanti sono: colesterolo, trigliceridi e fosfolipidi. Quindi: cosa succede se i lipidi hanno valori alti? Succede che nel sangue si formano alcune placche che riducono il flusso del sangue.

Tratto dal mio ebook NaturalGo Vol. I

La funzione biliare è essenziale per attivare la funzione intestinale. È di primaria importanza emulsionare i grassi, eliminare le sostanze nocive e quindi favorire la disintossicazione e il buon funzionamento del fegato.

Quando si parla di disintossicare il fegato, non significa necessariamente hai un disturbo, significa semplicemente aiutare il silenzioso “regista” (fegato) a filtrare il sangue con più armonia e meno stress.

Ti lascio la ricetta di una gustosa insalata:

  • 4 carciofi
  • 200 gr di radicchio
  • Parmigiano a scaglie
  • 1 limone (succo) Olio, sale e pepe

Lavare i carciofi ed eliminare le foglie più grandi. Metterli a bagno con acqua e il succo di 1 limone. Trascorsi 20 minuti tagliarli molto sottili secondo la lunghezza e riporli nuovamente a bagno con il limone. Lavare il radicchio e tagliarlo a striscioline. Sistemare in una insalatiera tutti gli ingredienti e guarnire con le scaglie di parmigiano.


Condividi sul tuo social preferito

 

 

 

, ,



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *